Quando i social network restano l’unica via per comunicare.

Siamo abituati a vederli come occasioni di svago, di relax e divertimento. Per alcuni sono mezzi di lavoro.  Per altri restano l’unico modo per rimanere in contatto con il mondo ed i propri cari in momenti di crisi. Ed è quello che è accaduto venerdi 11 marzo 2011 quando un potente terremoto, di magnitudo 8.9,  ha squassato la terra giapponese ed un conseguente tsunami ha travolto tutto ciò che incontrava.

Internet come canale preferenziale per comunicare la paura: nella prima ora del Terremoto solo da Tokio sono stati ben 1200 i tweet che ogni minuto ci informavano sulla situazione, gli hashtag piu’ utilizzati #japan e #tzunami e sono stati oltre 6500 i video caricati su Youtube in poche ore.  Anche Google si è attivato per l’emergenza mettendo a disposizione Person Finder, un motore di ricerca pubblico e accessibile in tutto il globo per scambiare informazioni utili per mettersi in comunicazione con i propri cari o per chi è alla ricerca di persone disperse nel sisma. Facebook  non poteva mancare all’appello facendo pervenire aggiornamenti di stato, foto e video in real time.

L’azienda statunitense Esri, che fornisce sistemi d’informazione geografica, ha colto la palla al banzo per realizzare una mappa del terremoto  in cui si riportano tutti gli aggiornamenti avvenuti sul web durante le ore della tragedia:  i tweets su Twitter, i video caricati su YouTube e  foto condivise su Flickr. Un risultato decisamente interessante.

Il fatto che la rete ed i social network siano arrivati prima dei canali ufficiali, degli organi di stampa e delle tv deve far rifrettere. La connessione su dipositivi mobili è oramai alla portata di tutti ed i giapponesi sono stati i malcapitati reporter della loro sventura.

6 risposte a “Quando i social network restano l’unica via per comunicare.

  1. è interessante osservare come un social network possa essere tanto un’occasione per fare successo, per trovarsi, quanto per perdersi.

    Alienante non è dunque l’oggetto in sè, ma la funzione che affidiamo a quell’oggetto.

    Interessamte post il tuo🙂 Spero avrai tempo di ricambiare la visita su Vongole & Merluzzi dove parliamo dei social network raccontando una storia di fuga ^^

    http://vongolemerluzzi.wordpress.com/2011/03/15/facetrix-revolution/

  2. Già… a proposito di comunicazione sui Social mi viene automatico pensare anche a quello che è successo in Egitto, con le dovute differenze (esplodere di una tragedia improvvisa/ scoppio di una rivoluzione nata dall’esasperazione).

  3. Sicuramente una rete sociale arriva prima di un giornalista considerando che in questo caso i giornalisti sono le stesse persone che vivono l’accaduto.
    Se usata in maniera corretta diventa uno strumento di comunicazione molto potente. Nettamente superiore a tv e altri mezzi di comunicazione.
    E’ chiaro che, nell’uso normale, una rete la si usa in modo più “futile”. Ma nei momenti tragici come quello giapponese, riporta la tragica realtà meglio di altri.
    Purtroppo ci sono zone del nostro mondo ancora tagliate fuori da internet se non in tutto ma in buona parte. Si spera che con il tempo l’informazione possa essere globale.
    Non a caso, alcuni governi, vedi Cina ma anche in Italia non mancano idioti, spesso attaccano internet proprio perchè ne hanno paura. Mentre tv e soci possono essere controllate, internet è un prodotto libero. E guarda caso la Cina ha posto censura….come in Italia c’è sempre qualche bel burattino che propone la solita leggina per tagliare la libertà di ognuno di noi in questa rete….
    L’esempio della potenza della comunicazione in questi giorni fa capire perchè certi governi fanno di tutto per chiudere i rubinetti di comunicazione.
    Buona serata
    Dany

  4. Pingback: Affrontare le emergenze con Facebook Disaster Message Board « paperella2punto0·

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...