Pensieri alla rinfusa – volume 2

L’acqua mi scorre sulla faccia e in maniera spontanea e improvvisa sgorgano le prime lacrime. E’ tutto il giorno che attendevano un momento adatto per farsi largo. E’ il momento.

Affondo la faccia nel getto della doccia e singhiozzo, forte, tanto qui non mi può sentire nessuno. Finalmente. Dopo una giornata in cui devi mostrarti sempre al top, in cui devi indossare una maschera e far finta che va tutto alla grande, finalmente un momento di libertà, la libertà di dare sfogo alle emozioni.

E i pensieri corrono. Il criceto che sta nella mia testa non smette di correre mai dentro quella sua rotella rossa, nonostante gli tolga il nutrimento, nonostante occupi la testa con altri pensieri, quello è lì, è fisso e non molla, non mi abbandona. Maledetto! Ho bisogno di anestetizzarlo. Ma no, non servirebbe. E allora lascio fluire anche quelli. Sperando in un sollievo momentaneo.

E i miei pensieri vanno a cercarti nei ricordi, sperando di non dovermi aggrappare solo a quelli.  La mia mente dice “gettami dalla torre o porgimi una mano, non lasciarmi nel limbo, nell’indifferenza”. Una cosa che credo che non riuscirò mai a sopportare nella vita  è l’indiffirenza delle persone a cui tengo. E’ un macigno che con tutto il suo peso gravitazionale si abbatte sulle mie speranze. Non mi è dato sapere nemmeno come stai..

E fra i vari pensieri risuona una frase di una canzone: “E poi cos’è successo? Aspettami oppure dimenticami (…) Come sempre sei, la descrizione di un attimo per me, come sempre sei, un’emozione fortissima..”

A te, Alway on my mind.

 

Una risposta a “Pensieri alla rinfusa – volume 2

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...