La mia social letterina di Natale: tra riflessioni, desideri e doni.

Sono giorno particolari questi, dicembre è un mese controverso che si accaparra le gioie dei più piccini e le polemiche dei più grandi.  Questo perchè spesso gli adulti perdono quella lente magica, che ti fa guardare le cose con lo spirito giusto, lo spirito del Natale.

Sia che siate credenti o che non lo siate, il Natale è un momento di aggregazione e condivisione, che ci riunisce alle persone care, che ci scalda il cuore e ci rasserena l’anima. Ad esempio, per me che ho persone care lontane da casa rappresenta una delle poche occasioni per riunire la famiglia, per sentirsi davvero a casa.

Rimango sempre con l’amaro in bocca quando qualcuno lo considera solo come un’occasione di mero consumismo e di corse isteriche nei centri commerciali per cercare regali costosissimi che forse non saranno neanche apprezzati. Non dico che questa tendenza al consumismo  non esista, dico soltanto, che esistono molti modi per regalare un sorriso senza spendere un capitale.

Uno dei miei più carissimi amici mi ha scritto un sms questa sera che dice più o meno così: “Che cosa è un regalo? Io adesso lo so.  Un regalo è ridere 18 ore di seguito”. Mi sono emozionata, davvero. ^_^ (Se legge mi ammazza, è una persona molto riservata! :P) – Ebbene, ho voluto tirarlo in ballo solo per dire che se fatto col cuore e pensando al destinatario un regalo di una manciata di euro può fare la felicità di chi lo riceve.

Di consigli sui regali low cost in questi giorni ne sto vedendo tantissimi, segno che la crisi ci sta fiaccando. Ad ogni modo, vi posso dire che dei biscottini fatti in casa in un sacchettino rosso, un dolce o una decorazione fai da te per l’albero di Natale o per la casa sono un modo bellissimo per dimostrare il proprio affetto. Perchè un regalo cos’è, se non un dono che viene dal cuore? A tal proposito, mi piacerebbe segnalarvi L’Ocabarocca che da un tocco dall’allegria ai tuoi pensieri per gli amici. Su questa pagina Facebook di un carinissimo locale di Foligno ho trovato delle idee natalizie davvero entusiasmanti che mi faceva piacere condividere… Tra l’altro la mia foto profilo su Facebook l’ho rubata proprio a loro!😉

Ma veniamo invece ad un’altra cosa che ha attirato la mia attenzione navigando nel web, il Natale social di Babbo Natale. Vi piacerebbe tornare bambini e scrivere la vostra letterina? Niente di più semplice! Basta andare su Caro-Babbo-Natale.it con il proprio account Facebook e in un click si possono condividere desideri, speranze, ringraziamenti, consigli, auguri per se stessi e per i propri cari, nonché saluti per chi è lontano. La tua letterina può essere votata con un like o commentata.

Ideatore del #SocialClaus è  Fabio Malamocco,  che ha trovato nei suoi nipotini la fonte d’ispirazione per questo progetto, che riporta gli adulti nel mondo dell’infanzia. Leggendo le letterine una in particolare mi ha colpito per la comunanza di pensiero: “Caro Babbo Natale vorrei che tu prendessi i desideri dei bambini e li portassi nei cuori degli adulti, per fargli ricordare che a volte la semplicità di un sorriso è meglio di un oggetto costoso. Sarebbe fantastico se per questo Natale regalassi a tutti un pò più di tempo, tempo per stare davvero in pace con i propri cari, tempo per giocare con il proprio figlio, tempo per riflettere sulle vere emozioni della vita, in una vita che sempre e troppo porta a correre e a non avere mai tempo…”

Ecco la mia letterina: “Caro Babbo Natale io vorrei che rendessi le persone meno tristi, che dessi loro maggiore speranza e fiducia anche e soprattutto in un periodo come questo. Regala loro un sorriso, uno di quelli veri, di quelli liberatori che ti parte dalla pancia. Un sorriso che sappia di zucchero e cannella che rende il viso bello come un sole di primavera. Per un breve momento falli tornare bambini nello spirito, perchè possano apprezzare l’essenza del Natale.”

Poichè il Natale è da sempre il periodo migliore per fare del bene, Caro-Babbo-Natale.it sostiene Terre des Hommes Italia, sempre in prima linea per quanto riguarda i diritti del bambino. La Onlus ha avviato decine di progetti in svariati Paesi nel mondo, per proteggere i bambini dagli abusi, dalla violenza, dalla strada, dallo sfruttamento e garantire loro il diritto alla salute, all’istruzione, al sorriso e in questo caso, a un Natale più sereno. Inoltre sulla pagina Facebook dedicata si possono trovare dei link simpatici da condividere con i propri amici e su Twitter si posso seguire i cinguetii del Babbo Natale più social che ci sia!

2 risposte a “La mia social letterina di Natale: tra riflessioni, desideri e doni.

  1. Grazie mille Maria Grazia per lo spazio che hai voluto concedere alla mia iniziativa benefica di Caro Babbo Natale!

    L’articolo è molto bello e fonte di riflessioni e la parte che mi riguarda è… OK!!!

    Ciao
    Fabio

    • Figurati Fabio, grazie a te!😉
      Ci tenevo ad inserire l’iniziativa Caro Babbo Natale nell’articolo vista la natura della mia riflessione.🙂
      Mi fa piacere ti sia piaciuto.

      Ciao!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...